Concessione dell'assegno di maternità
( La domanda por l'assegno di maternità è presentata al comune di residenza, nel termine perentorio di sei mesi dalla data di nascita del figlio o, [...], dalla data di ingresso del minore nella famiglia anagrafica della donna che lo riceve in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento, dalla madre legittima o dalla madre naturale che abbia riconosciuto il figlio, ovvero dalla donna che ha ricevuto il minore in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento. urn:nir:presidente.consiglio.ministri:decreto:2000-12-21;452~art13 )

La domanda deve essere presentata entro sei mesi dalla nascita del figlio o dall'ingresso del minore nella famiglia anagrafica della donna che lo riceve in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21/12/2000, n. 452, art. 13, com. 1).

Il Comune di San Giorgio Bigarello ha delegato alla presentazione delle domande dell’assegno di maternità i seguenti CAF:

  • ACLI Service Mantova Srl con sede a Mantova, via Solferino, n. 36, Mantova
  • CAAF CGIL Lombardia Srl, sede territoriale, via A. Altobelli, n. 5, Mantova
  • CAF CISL srl/servizi Integrati CISL Lombardia (SICIL) Srl, sede territoriale, via Torelli, Mantova
  • centro di assistenza fiscale CAF CNA, sede territoriale Cedam Soc. Coop Arl, viale Learco Guerra, n. 13, Mantova
  • CAF UIL spa, via Cremona, n. 27/5, Mantova.

Per presentare la domanda occorrono:

  • un documento di identità
  • un'attestazione ISEE in corso di validità
  • una autocertificazione (disponibile presso il CAF delegati) nella quale la richiedente è tenuta a dichiarare sotto la propria responsabilità.

Con l'autocertificazione la richiedente è tenuta a dichiarare sotto la propria responsabilità:

  • i requisiti richiesti dalla legge per la concessione dell'assegno (residenza, cittadinanza e così via)
  • di non avere diritto per il periodo di maternità all'indennità di maternità dell'INPS ovvero alla retribuzione
  • diversamente, dev'essere indicato l'importo di tali trattamenti economici per il calcolo della eventuale differenza
  • di non avere presentato, per il medesimo figlio, domanda per l'assegno di maternità a carico dello Stato di cui al Decreto legislativo 26/03/2001, n. 151, art. 75 (assegno istituito dalla Legge 23/12/1999, n. 488, art. 49).

Le cittadine non comunitarie devono inoltre presentare la carta di soggiorno o il permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo.

L’assegno di maternità è pagato direttamente dall’INPS dopo che il Comune ha concluso l’istruttoria in base a tutti i dati della madre forniti al CAF delegato.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito dell'INPS.

Durata massima del procedimento amministrativo
30 giorni